top of page
  • Rodolphe Rous

Criteri di domiciliazione fiscale secondo la Convenzione fiscale Franco-Italiana

Aggiornamento: 8 apr


Avvocato in Francia
Convenzione franco italiana


La domiciliazione fiscale di persone fisiche sotto la convenzione fiscale tra Francia e Italia si basa su diversi criteri fondamentali per determinare in quale paese un individuo è considerato residente ai fini fiscali. Questi criteri aiutano a evitare la doppia imposizione e a definire chiaramente le obbligazioni fiscali delle persone che hanno legami con entrambi i paesi.

  1. Residenza Abituale: Se una persona ha la sua residenza abituale in uno dei due stati contraenti, questo stato sarà considerato come il suo stato di residenza fiscale. La residenza abituale si riferisce al luogo dove l'individuo ha il centro dei propri interessi vitali.

  2. Centro degli Interessi Vitali: Se non è possibile determinare la residenza abituale, si guarda al centro degli interessi vitali dell'individuo, cioè dove si concentrano le relazioni personali e economiche più strette (famiglia, affari, impieghi).

  3. Soggiorno Abituale: Se il centro degli interessi vitali non può essere determinato, la residenza fiscale sarà attribuita allo stato in cui la persona soggiorna abitualmente.

  4. Cittadinanza: Qualora anche il criterio del soggiorno abituale non fosse determinante, si ricorrerà alla cittadinanza come fattore decisivo.

  5. Accordo tra le Autorità Competenti: In ultima analisi, se i criteri sopra elencati non portano a una conclusione chiara, le autorità fiscali dei due stati contraenti devono giungere a un accordo reciprocamente accettabile sulla residenza fiscale dell'individuo.


Questa convenzione mira a chiarire la posizione fiscale degli individui che hanno legami con entrambi i paesi, prevenendo così situazioni di doppia imposizione e facilitando la cooperazione fiscale tra Francia e Italia.


Per informazioni più specifiche e dettagliate, è consigliabile consultare il testo della convenzione fiscale franco-italiana o rivolgersi a un professionista fiscale che possa fornire consulenza basata sulle circostanze individuali e sugli ultimi aggiornamenti normativi.


Fonte:

Testo della convenzione fiscale franco-italiana: Ministero dell'Economia e delle Finanze

コメント


bottom of page